I n c o n t r o
c o n
g l i
o p e r a t o r i
p o r t u a l i
d i
O r t o n a


È necessario intervenire sulle infrastrutture portuali con attenzione costante e con una visione a lungo termine, che guardi anche allo sviluppo economico” lo ha affermato Luciano D'Amico, Candidato alla presidenza di Regione Abruzzo di Patto per l’Abruzzo, al margine dell’incontro avvenuto questa mattina a Ortona con le lavoratrici, i lavoratori e alcuni componenti del Comitato Porto. Presente all’incontro anche la candidata al Consiglio regionale Cristiana Canosa


Una Politica di sviluppo – continua D’Amico - richiede anche una rete infrastrutturale adeguata. Il sistema portuale d’Abruzzo e il porto di Ortona, rappresentano nodi strategici per rilanciare lo sviluppo economico dell’intera regione. L’Abruzzo è una regione in cui il settore manifatturiero incide per il 28% nel PIL regionale e che movimenta, per volumi ingentissimi, sia materie prime e semilavorati in entrata, sia prodotti finiti in uscita.  Non è pensabile, quindi,  che  resti competitiva senza un’infrastruttura portuale adeguata a queste grandi movimentazioni. Se vogliamo restare competitivi, se vogliamo che il nostro sistema economico viva una nuova fase di sviluppo, è necessario dotare la regione delle infrastrutture essenziali e tra queste risiede sicuramente un sistema portuale di assoluto rilievo” conclude.